40 FRA AMMINISTRATORI E CANDIDATI PER L’INCONTRO PER FAVORIRE LA  CITTADINANZA ATTIVA DEI GIOVANI

Annunci

Oltre 40 persone hanno partecipato all’evento “YouthCampLa sfida della partecipazione dei giovani alla vita della comunità”, organizzato dall’Associazione Lo Snodo e dalla cooperativa Questa Generazione, nella mattina di sabato 11 maggio presso gli spazi della stazione di Erba, sede dei giovani de Lo Snodo.

Si è trattato di un incontro di formazione sul tema delle politiche giovanili e della cittadinanza attiva, rivolto a tutti gli amministratori (in carica e candidati), agli operatori e alle associazioni. L’iniziativa rientra nel progetto “GG: Giovani in Gioco”, finanziato da Regione Lombardia.

La prima parte della mattinata, condotta dal presidente dell’Associazione Lo Snodo Simone Pelucchi, si è aperta con i saluti istituzionali di Alessandro Fermi, assessore all’università di Regione Lombardia.

Ringrazio per il gradito invito – ha detto Fermi – Nel corso dello scorso mandato da Presidente del Consiglio Regionale abbiamo organizzato un tour nelle classi quinte superiori del territorio e ciò mi ha permesso di capire meglio alcuni aspetti del mondo giovanile.
Il consiglio che mi sento di dare ai giovani è quello di essere curiosi e partecipare: che è anche uno degli obiettivi dell’Associazione Lo Snodo. Ad oggi è sempre più difficile trovare persone, soprattutto giovani, che vogliano candidarsi e dobbiamo lottare contro questo: appassionarsi all’Amministrazione pubblica è una cosa bellissima”.

In rappresentanza di Regione Lombardia – che ha finanziato l’iniziativa – erano inoltre presenti Angelo Orsenigo e Marisa Cesana, Consiglieri di Regione Lombardia.

Successivamente è intervenuto Giovanni Pontiggia, presidente della BCC Brianza e Laghi, che ha contributo alla riqualificazione degli spazi della stazione di Erba da destinare alle politiche giovanili del territorio.

“Mi complimento per l’iniziativa – ha detto Pontiggia – e ringrazio per l’invito. Come Banca di Credito Cooperativo crediamo i giovani posseggano energie per farci ulteriormente crescere e dunque vogliamo investire su di loro. Ricordiamoci “giovani attraggono giovani”: servono giovani informati, motivati, protagonisti e progressivamente responsabilizzati.
Ora stiamo lavorando con Lo Snodo per essere tra i finanziatori delle prossime iniziative e lavorare così insieme”.

La mattinata è proseguita con gli interventi di Gianpiera Vismara, Coordinatrice Dipartimento Politiche Giovanili di Anci Lombardia, che ha evidenziato gli ingredienti necessari per un patto di collaborazione fra giovani e politica.
In seguito Luca Pedrazzoli, Vicepresidente Consulta Informagiovani e Coordinatore dei Servizi Informagiovani di ANCI Lombardia, ha illustrato come l’InformaGiovani possa essere unostrumento di partecipazione giovanile.

La seconda parte della mattinata, moderata della direttrice di Cooperativa Questa Generazione Claudia Menoni, ha visto la realizzazione di un esperimento guidato per l’attivazione del protagonismo giovanile con il coinvolgimento dei partecipanti.

I partecipanti, divisi in gruppi, hanno provato ad abbozzare un’idea progettuale che prevedesse la collaborazione tra enti pubblici e giovani. I gruppi sono stati facilitati da volontari de Lo Snodo, opportunamente formati per l’occasione:Giulia Mundo, Clarissa Villa, Matilde Sinapi e Marta del Mastro.

L’obiettivo dell’esperimento era quello di far vivere ai presenti un breve esperimento e “toccare con mano” cosa significhi lavorare ad un progetto con l’obiettivo di favorire la partecipazione dei giovani.

“Siamo molto orgogliosi della buona riuscita dell’iniziativa – dice Simone Pelucchi – che si poneva l’obiettivo di far dialogare i giovani con gli adulti. La partecipazione così alta ci dice che c’è interesse – da entrambe le parti – Lavorare, bene ed insieme, tra diverse generazioni è possibile e l’evento di sabato ne è stata la dimostrazione.”

A seguito di questo incontro con la comunità adulta, sarà proposta una giornata di formazione per i giovani attivi sul territorio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *